Quantcast
Articolotre TV
L'Impronta
Newsletter
Contattaci per la tua pubblicità su articolotre.com

recenti

Versione mobile di ArticoloTre
Iscriviti gratuitamente alla newsletter di ArticoloTre
Contattaci per la tua pubblicità su articolotre.com
Contattaci per la tua pubblicità su articolotre.com
L'Impronta

Deciso per maggio il prelievo forzoso anche per l’Italia
29

Stampa Stampa

prelievo forzoso italia-Redazione- 24 marzo 2013- Jeroen Dijsselbloem, Presidente dell’Eurogruppo, ha categoricamente smentito che una misura così drastica possa essere attuata fuori dai confini di Cipro, Paese per il quale un intervento del genere risulta invece "inevitabile".

Nonostante le rassicurazioni ufficiali, montano le polemiche. Ad accenderle ci ha pensato Jörg Kramer, capo economista di Commerzbank, che in un'intervista al quotidiano Handelsblatt ha suggerito di introdurre in Italia un prelievo forzoso di addirittura il 15% su depositi e titoli per azzerare il debito pubblico.

Il prelievo sarebbe un’operazione a garanzia del prestito che l’Ue erogherà all’Italia, Nelle stanze del Palazzo tutto parrebbe deciso: un prelievo forzoso a maggio dal 6,8 al 9, 9%. Lo Stato italiano incasserà 130 miliardi, proprio a cifra che il Paese dovrà versare al MES entro giugno

 SEGUICI SULLA PAGINA FACEBOOK DI ARTICOLOTRE.COM !!

 


Share Button
#articolotre #garanzia prestito ue #italia prelievo forzoso #prelievo forzoso italia
Economia e lavoro Notizie principali


Commenti su Facebook

29 Commenti per “Deciso per maggio il prelievo forzoso anche per l’Italia”

  1. eden

    Non penso sia il caso di fare terrorismo nel dare notizie di questo genere.

  2. Silver

    Ma che notizia è??? Da quando Una ipotesi paventata diventa una certezza??

  3. Daniele, Napoli

    comunque sia, leggo sul Sole 24 Ore di domenica 24 marzo 2013, pag. 15, che 130 miliardi è anche l’evasione / elusione fiscale italiana.
    L’Italia è ai primi posti al mondo.
    Un primato non privo di implicazioni. Ad es., l’ampiezza dell’area di evasione si coniuga con un’elevatissima pressione fiscale sugli onesti e con l’alto livello del debito pubblico.

    Suppongo che la parte incamerata da Stato, Comuni e Regioni sotto forma di tasse e addizionali sarebbe molto più bassa di 130 miliardi.

    • Alberto

      L’evasione fiscale non si potrà mai ridurre (fare la “lotta” è da cretini!…) fintanto che si permetterà allo stato da un lato di sprecare le risorse e dall’altro di cercarne nuove con una imposizione fiscale sempre più alta. Prima si tagliano gli sprechi e poi con le risorse ottenute si abbassa l’imposizione. Solo così si innescherà i meccanismo virtuoso che potrà risolvere il problema

      • luca

        Hai centrato perfettamente il punto del problema. Il guaio è che per non rischiare di perdere voti alle scorse elezioni, nessuno degli schieramenti ne ha neanche lontanamente accennato!

  4. massimo

    Bufala o indecente verità? Comunque sia intanto…se ne parla,poi eUROPA (O MEGLIO LA gERMANIA)con la complicità dello Stato, puntano IL GUANTO BIANCO è ci estorgano quei pochi risparmi che ci avevano permesso di tenere fino a quel momento. FERMI TUTTI…QUESTA E’ UN…PRELEVAMENTO FORZOSO.

    • Chicca

      Ancora in pochi hanno capito che l’ue è il vero flagello che con l’euro sta togliendo benessere e sovranità a tutti gli stati della zona mediterranea. Finchè vorrete questa Europa pagherete debiti altissimi che non potranno mai venire estinti in quanto si autoalimentano. Per convincere i creduloni del contrario hanno fatto campagne di lavaggi del cervello notevoli….ma la verità è che l’euro ammazza i popoli e garantisce benessere solo agli oligarchi a Bruxelles.

  5. Vincenzo

    Ci avete rotto proprio le scatole. Dobbiamo per forza diventare dei violenti? Non possiamo più continuare a campare arrivando a fine mese con poco più di 200 euro. E senza avere imprevisti, tipo: visite mediche o medicine o problemi alla macchina e altro ancora. Perchè se vuoi politici non riuscite a fare nulla, fare qualcosa il principio di sopravvivenza dell’essere umano.

  6. chris

    Quale sarebbe la fonte “autorevole” di tale notizia? Dove le prove?

  7. alessandro

    … se così fosse … addio banche (tutti prelevano depositi appena fatto il governo) e addio Europa e tutti in piazza!

  8. alessandro

    .. mi sembra che si giochi a battaglia navale: IMU = colpito; blocco indicizzazione pensioni= colpito; aumento iva= colpito……….prelievo forzoso= AFFONDATO!

  9. antonio thehawktrader

    “Il prelievo sarebbe un’operazione a garanzia del prestito che l’Ue erogherà all’Italia” => quale prestito sarà erogat all italia ?
    per cosa? non mi risulta ci sia nessuna richiesta da parte dell italia nei confronti della EU, tanto che stiamo addirittura rientrando dalla procedura contro deficit eccessivo …

    Nel 1992 il governo Amato prelevò il 6 per mille dei depositi, per un totale di 11.500 miliardi di lire. Il 6 PER MILLE già suscito una mezza rivolta. Nell articolo si parla di una patrimoniale tra il 7 e 9 PER CENTO, ossia 15 volte superiore al prelievo Amato : mi pare una colossale bufala.

    • Kiwy1972

      Paragonare il 1992 con il 2013, e crederli simili come situazione storica è un po’ ingenuo !

      Tutto è in cambiamento, epocale …

      L’unica certezza è che l’impossibile è dietro ogni angolo della vita …

  10. Istalf

    Se tutto ciò fosse vero siamo davvero giunti al capolinea…
    Sarà sicuramente un utopia ma una piccola parte di me continua a sperare in un governo a 5 stelle che faccia il miracolo
    Ad ogni modo questa notizia quanto è attendibile?!?

  11. paolo

    Sai che ti dico… sarei alla fine anche disponibile a un prelievo del 10% sul conto corrente.. ma poi non ci devo più scassare il c….o vita natural durante con sto debito pubblico.

  12. Remo Falchi

    Ma quando scendiamo tutti in piazza!?
    BASTA…
    finiamola di fare finta che ancora ce la facciamo!
    maddeché???
    popolo di capre
    sveglia

    • nicole

      sono d’accordo con te remo l’italia è proprio un popolo di capre solo buono a lamentarsi ,la gente si suicida ,non arriviamo a fine mese ,facciamo la fame e pure siamo solo buoni a lamentarci ma dai ,l’unione fa la forza popolo fermiamo l’italia ,come fanno in grecia ,spagna ,francia loro si che sono uniti ,siamo una potenza non ci possono trattare cosi ,che futuro avranno i nostri figli
      loro fanno come vogliono lo vogliamo capire o no???? del l’italia non è rimasta niente BASTA!!!!!!!!!!!!!!!!!

  13. stefanello

    Io sono riuscito a mettere da parte un pò di soldi perché mi devo sistemare il tetto della casa. Non mi sembra giusto che le Banche Italo-tedesche con la complicità e il servizievole inchino dello Stato prenda iniziative contro la gente onesta che lavora e che non ha alcuna possibilità di decidere sulla sua proprietà. La proprietà privata deve essere sacra, inviolabile: se i ladri ti entrano in casa e reagisci finisci in galera, se la Banca decide di prenderti i soldi devi stare zitto. Quanti evasori, ladri, criminali patentati, furfanti e trufaldini ci sono in Italia ? Devo pagare io per loro ? e il tetto di casa me lo fanno loro ?

  14. umberto nacchia

    un provvedimento se sara’ vero’ e’ incostituzionale perche’ lo fece il governo Amato nel 1994, secondo gli accordi in Parlamento non si sarebbe ripetuto una seconda volta-

  15. luigi

    Ma il prelievo forzoso sarà fatto su tutti i conti a prescindere dell’importo

  16. mario

    MIO PADRE E PENSIONATO CON LA MINIMA IO SONO DISOCCUPATO E NON VADO NEANCHE DAL DENTISTA ANCHE SE NE O BISOGNO PERCHE NON POSSO PERMETTERMELO ABBIAMO SOLO DUE SOLDI IN BANCA TOCCHERANNO ANCHE NOI?

    • Alessandro P.

      Certo che si !! perchè esimerti ? che se ne fregano loro ? se ne sono mai fregati di tutelare i bisognosi? E cosa aspetti ancora, vai in banca prima che blocchino i conti correnti e preleva tutto quanto ..ti fidi ancora di questi privati che sono le banche? Che differenza c’è con uno strozzino colluso da cui avresti da temere?Questi sono ancora più crudeli perchè lo strozzino cerca di tenerti in vita per avere i suoi soldi e quindi scende a patti , le banche col cavolo che se ne fregano che non hai da mangiare.Vai a conserva il tuo denaro dove vuoi ma tranne che in banca.

  17. Francesco Mere

    Rifiutiamoci di usare le banche, stanno diventando uno strumento per i prelievo forzoso, vedi i prelevamenti al 100% sulle pensioni per chi ha debiti con l’erario, inoltre non rendono più niente, meglio il materasso!

  18. sauro

    130 miliardi sono solo l’interesse ANNUO del debito pubblico che ha superato i 2000 miliardi di Eruo, cioè a dire il prossimo anno chiederanno la stessa somma, visto che i 130 miliardi serviranno a pagare solo gli interessi ma il debito rimarra intoso. Finche continueremo a prendere soldi a prestito da banche private questo è cio che succedera OGNI FOTTUTO ANNO!

  19. Daniele PG

    Vero o no per me possono pure fare tutti i prelievi che vogliono, però devono considerare che io al massimo sul conto corrente avro 250 € e quando sono fortunato, perciò facessero pure, chi se ne frega!

  20. Pino

    Lo facciano pure poi come me milioni di italiani non si riterrebbero più degni di essere ITALIANI, sarebbe una VEGOGNA per la Nazione e la Patria. Anni e anni di risparmi e sacrifici messi via da parte in attesa di comprar casa in attesa di tempi e prezzi migliori. Cambierei Nazione, mille volte meglio non essere italiano. Che vadano a scovare invece gli evasori, le prostitute e i criminali, i soldi scudati e quelli che percepiscono stipendi e pensioni d’oro! VERGOGNAAAAAAAAAAAAAAAAAAAAA!!!!!!!!!!!!!!!!!!!

Scrivi una replica

Dichiaro di aver letto ed approvato l'informativa sulla privacy.

N.B. I commenti volgari o che contengano insulti verranno automaticamente cestinati ed inseriti nello spam

Echos Edizioni
DAI Impresa
Iscriviti gratuitamente alla Newsletter di ArticoloTre.com
La chiameremo Anna...
Echos Edizioni
Io protagonista nel mondo
Incontemporaneità
DAI Impresa
Scuola
Scuola
Articolotre TV
Incontemporaneità
L'Impronta
La chiameremo Anna...
Io protagonista nel mondo

Seguici su Google+

ArticoloTre TV

Di che cosa abbiamo parlato


Copyright © A3 Editrice srl - P.Iva 10847000014 - All Rights Reserved - Developed by Step srl - Rel 1.81 - Accedi
Le immagini e i video utilizzati o a cui si fa riferimento in questo sito sono e rimangono dei rispettivi autori ed editori.