Scarica GRATIS il calendario di Articolotre
Iscriviti gratuitamente alla newsletter di ArticoloTre
Lavora con noi
Ricerca avanzata
Stampa questo post Stampa questo post

Papa Francesco: “Non fatevi illudere dalla sete di denaro”

“Non lasciatevi rubare la speranza”: questo il primo messaggio dell’omelia di Papa Francesco durante la Messa delle Palme. Segue un caloroso invito a tutti i giovani a recarsi a Rio per la Giornata Mondiale della Gioventù, occasione ufficiale di incontro con il Santo Padre.

Papa Francesco: "Non fatevi illudere dalla sete di denaro"-G.R.- 24 Marzo 2013- Città del Vaticano. Oggi, in occasione della Domenica delle Palme, il Papa è giunto in Piazza San Pietro a bordo della sua jeep scoperta, indossando il mantello rosso sulla tunica bianca, pronto per celebrare la messa di questa Domenica, dando così inizio ai riti della settimana santa.

“Non lasciatevi rubare la speranza, per favore, non lasciatevi mai rubare la speranza. Portate la gioia di Cristo in tutto il mondo, fino alle periferie. Non fatevi illudere dalla sete di denaro: nessuno lo può portare con sé, il denaro lo deve lasciare”. Questo l’inizio dell’omelia di Papa Francesco per la Messa delle Palme sul Sagrato della Basilica Vaticana.

Continua con i suoi soliti aneddoti, tratto distintivo della sua spontaneità nel colloquiare con i fedeli. “La mia nonna - racconta – ci diceva 'bambini, il sudario non ha tasche' ”.

Fa poi un appello ai giovani, dandogli appuntamento a Rio, la grande città del Brasile dove si terrà l’incontro ufficiale di questi con il Papa, dal 23 al 28 Luglio 2013. “Cari amici, anche io mi metto in cammino con voi, sulle orme del beato Giovanni Paolo II e di Benedetto XVI”. E invita i ragazzi a prepararsi anche “spiritualmente” a quell'appuntamento. Il filo del discorso di papa Francesco ai suoi ragazzi si muove attraverso le tre parole che ha indicato e riassunto: “gioia, croce, giovani”.

Parla poi dei mali che infliggono il mondo: “Quante ferite il male infligge all'umanità: guerre, violenze, conflitti economici che colpiscono chi è più debole, sete di denaro, di potere, corruzione, divisioni, crimini contro la vita e contro il creato”, per poi ricordare i “peccati personali”. Ma, ha aggiunto, “noi tutti possiamo vincere il male che c’è in noi e nel mondo: con Cristo, con il Bene”.

I riti della Settimana Santa si svolgeranno secondo l’uso abituale, ma anche qui Papa Francesco ha voluto lasciare la sua orma distintiva: il giovedì santo celebrerà la messa della lavanda dei piedi nel carcere minorile romano di Casal del Marmo.

Sempre giovedì, in occasione dell’inizio del “triduo pasquale”, è prevista a San Pietro la messa del mattino, detta “crismale”, dove verranno rinnovate le promesse sacerdotali e benedetti gli olii santi per le celebrazioni dell’anno liturgico. Il venerdì Papa Francesco ascolterà in San Pietro, nel pomeriggio, la lettura della Passione di Gesù, mentre la sera ci sarà il rito della via Crucis al Colosseo, che ricorda la Passione e Morte di Gesù.

La veglia pasquale si dovrebbe svolgere a partire dalle 21 di sabato 30 marzo, con la tradizionale benedizione del fuoco nell'atrio della basilica di San Pietro, prima di cominciare la celebrazione in basilica. La messa di Pasqua, domenica 31 marzo, si svolgerà invece sul sagrato di San Pietro, per poi terminare con la benedizione “Urbi et Orbi”.

SEGUICI SULLA PAGINA FACEBOOK DI ARTICOLOTRE.COM !!


Scrivi una replica

Dichiaro di aver letto ed approvato l'informativa sulla privacy.

N.B. I commenti volgari o che contengano insulti verranno automaticamente cestinati ed inseriti nello spam

NEWSLETTER

Per essere sempre aggiornato
iscriviti gratuitamente
alla newsletter di ArticoloTre.

ISCRIVITI


Multimedia

Accedi
Copyright © A3 Editrice srl - All Rights Reserved - Developed by Step srl - Rel 1.75
Le immagini e i video utilizzati o a cui si fa riferimento in questo sito sono e rimangono dei rispettivi autori ed editori.

p.iva : 10847000014 | n. di ruolo presso Tribunale di Torino: 29/2011 | DECRETO DEL 15.04.2011 | N° ROC: 23487 |
Direttore Responsabile: Riccardo Castagneri | Editore: A3 Editrice Srl
Webmaster

Vai alla versione mobile del sito