Clicky

E’ morto Domenico Sica, il “Nembo Sic” rivale di Falcone

E’ morto Domenico Sica, il “Nembo Sic” rivale di Falcone

sicafalco-kZBC-U430301140669436LFD-593x443@Corriere-Web-SezioniRedazioneS'è spento oggi, 30 settembre, all'età di 82 anni, Domenico Sica, ex magistrato e Alto Commissario Antimafia.

Conosciuto come Nembo Sic, Assopigliatutto o Rubamazzo, Sica indagò su tutti i più importanti misteri di Italia, a cominciare dai delitti di Aldo Moro e Mino Pecorelli, passando per la P2, la sparizione di Emanuela Orlandi, fino a giungere alla misteriosa morte di Sindona e l'attentato al Papa. Non solo: fu anche uno dei magistrati che si occuparono della vicenda riguardante il "Corvo" di Palermo: riuscì infatti a raccogliere un'impronta lasciata su uno dei messaggi anonimi inviati a Falcone. Tale traccia era del giudice Alberto Di Pisa, che venne condannato. Successivamente, nel processo di Appello, l'impronta venne dichiarata inutilizzabile e Di Pisa fu assolto.

Questo non mancò di smuovere accuse nei confronti di Sica, il cui operato, d'altra parte, ha sempre diviso politici, colleghi e giornalisti. Tra coloro che l'hanno sempre sostenuto vi è Ferdinando Imposimato che, oggi, lo ricorda con stima: "È stato un grande investigatore, un personaggio della storia d’Italia, un maestro", ha dichiarato il presidente onorario della Cassazione. "Era instancabile", ha aggiunto, "Chi dice che le sue inchieste spesso finivano nel nulla è mosso solo dall’invidia. Non decideva lui l’esito".

Nell'88, venne eletto Alto Commissario Antimafia: il suo rivale nella corsa era nient'altri che Giovanni Falcone. La sconfitta del magistrato ammazzato Capaci non mancò di scatenere nuove polemiche. Sica mantenne comunque il suo ruolo fino al '93, quando l'ufficio venne abolito. A quel punto, si trasferì a Bruxelles per occuparsi di narcotraffico fino alla pensione.

A dare notizia della sua scomparsa, la figlia Francesca.

-30 settembre 2014-

CATEGORIES
TAGS
Share This

COMMENTS

Wordpress (0)