Clicky

Il parroco di Scampia attacca Saviano: “Ci hai stancato, l’antimafia a tavolino non serve”

Il parroco di Scampia attacca Saviano: “Ci hai stancato, l’antimafia a tavolino non serve”

camorra-Redazione- Don Aniello Manganiello, già parroco di Scampia, contro Roberto Saviano.

“Riconosco a Saviano –dice il sacerdote- il merito di aver raccontato in modo sistematico e chiaro le attività criminali che infestano la Campania, ma ha sempre ignorato il bene che comunque esiste nelle nostre terre. L’opinione pubblica preferisce le storie che aumentano l’adrenalina, le trame violente e criminali. E lo scrittore preferisce ignorare gli uomini le donne che rischiano ogni giorno per contrastare la cultura mafiosa e il degrado del territorio napoletano”.

“Caro Saviano – continua il sacerdote- a Scampia ci sono stato come parroco e so di cosa parlo. Ti dico che non basta scrivere libri, fare antimafia a tavolino, ma occorre lottare per creare nuove condizioni di vita. Caro Saviano, siamo stanchi dei tuoi romanzi, delle produzioni cinematografiche e televisive. Siamo stanchi di Gomorra, vogliamo un’anticamorra delle opere. Anch’io sono stato minacciato di morte dai Lo Russo e ho rifiutato la scorta per stare in mezzo alla mia gente. Non chiedo altrettanto a Saviano, ma abbiamo bisogno di testimoni e non di maestri”.

CATEGORIES
TAGS
Share This

COMMENTS

Wordpress (26)
  • comment-avatar
    Sabrina 4 settimane

    Una cosa è certa: i Casalesi ringraziano per l’enorme pubblicità che Gomorra sta facendo loro. Giusto anzi doveroso raccontare le mafie, ma occorre parlare anche di coloro che la combattono. Inserite un personaggio con le palle che li contrasti. In questo modo i ragazzini che guardano potranno immedesimarsi in una figura positiva e non solo in delinquenti. Basterebbe così poco…

  • comment-avatar
    Rosalba Romano 2 mesi

    Forse Saviano avrà stancato con i suoi lunghi monologhi,ma vive a contatto con la morte giorno per giorno, ha bisogno di essere affiancato e non contestato così duramente.Gomorra ha, forse,fatto il suo tempo ed alcune scene sono tremende, ma probabilmente la realtà supera l’immaginazione.Don Aniello è indubbiamente una persona coraggiosa, ma lo sguardo accigliato non mi sembra che diffonda serenità e che dia speranza alla comunità parrocchiale di cui farà parte.Nel nostro piccolo e come possiamo cerchiamo di educare noi stessi ed i giovani alla non violenza ed alla pace.Le accuse mosse a Saviano ed a Gomorra che,pure ,hanno informato ed anche ,probabilmente formato,almeno nelle prime due serie, mi sembrano esagerate.così si divide,non solo il mondo cristiano, ma tutta l’ opinione pubblica.

  • comment-avatar
    Leli 4 mesi

    Condivido pienamente totalmente le dichiarazioni di Don Aniello. Aggiungo che Saviano non è il “paladino” alla lotta mafia. Personaggi con meno benefit lottano quotidianamente e in solitudine (senza scorta…fama…e diritti..) senza protezione…con il solo coraggio in virtù della giustizia, in aiuto di quelle e tante vittime della mafia!

  • comment-avatar
    Domenico 4 mesi

    Nativo di Napoli e trasferito in Germania a giovane età, vorrei sottolineare che devo molto ai chiarimenti di Saviano che mi ha reso possibile capire con profondità il “sistema” mafioso che da tanto minaccia e per tanti rende la vita impossibile.
    Senza Saviano, specialmente all´estero, dove più o meno si ignora l´attivitá e il pericolo della mafia, anche qui purtroppo esistente ma per via di ignoranza sottovalutato, non si conoscerebbe il vero pericolo invadente nella nostra società.
    Capisco bene anche le critiche contro Saviano, vorrei precisare peró che non deve essere Lui l´eroe, a combattere in trincea. Lui ha solo contribuito a fare aprire gli occhi a tanta gente (come me), sperando almeno che il capire di un sistema, che non dovrebbe esserlo, aiuti a cambiare il proprio atteggiamento in tante situazioni quotidiane e almeno migliorare se stessi.
    Sono un pó sorpreso per le numerose critiche! Saviano dovrebbe essere l´inizio di un´educazione e comprensione, NON la soluzione di un problema che purtroppo sembri ormai inestricabile.
    La soluzione peró ci dovrebbe essere! Bisogna riferirsi ai “responsabili”!

    Grazie Saviano

  • comment-avatar

    Sono d’accordo! D’Aviano invece di buttare”schifezza su SCAMPIA dovrebbe vedere quanto di buono esistr

    • comment-avatar

      Condivido pienamente ciò che ha detto Don Aniello, inoltre c’è da non sottovalutare uno dei problemi primari: l’effetto negativo anzi devastante che hanno certi Film come “Gomorra” su molti giovani il più delle volte giovanissimi,del tipo baby gang napoletane,che spesso tendono ad emulare il violento, il malavitoso, il fuorilegge perchè vedono in lui non il delinquente, ma il vincente colui che ha potere,che con la violenza incute timore ed ottiene rispetto e che riesce a “fare soldi” facilmente e in breve tempo,poco importa se il futuro riserva o la Galera o il Camposanto.

  • comment-avatar
    Sara 4 mesi

    Sono perfettamente d’accordo con Don Aniello. Saviano, scendi dal piedistallo (anzi dall’attico), vai nelle zone a rischio e rimboccati le maniche se vuoi veramente essere utile alla società.
    https://www.blitzquotidiano.it/blitz-blog/saviano-appartamento-panoramico-a-new-york-nuovo-attacco-2473246/

    • comment-avatar

      Gennaro
      È cosi ingiusto stare su un piedistallo è giudicare tutto quello che si vede dall’alto,
      Ma sarebbe anche più giusto raccontare quello che non si vede o meglio non si vuole vedere ho raccontare, parlo da persona che a sempre vissuta in questa realtà ê anche da ex tossicodipendente ma oggi sono fiero di me è delle persone che mi sono state vicine

  • comment-avatar
    Pasqualino 4 mesi

    Il parroco guerriero del bene.. e’ stato sempre solo contri tutti. bravo don Aniello hai lasciato il segno i quella zona. Ci manchi ..

  • comment-avatar
    Angelica 4 mesi

    Se si conosce la realtà di certe zone di Italia è grazie a Saviano. È lui che ha aperto gli occhi al nostro paese. Attaccarlo serve solo a fare il gioco della criminalità organizzata. Purtroppo stare in mezzo alla gente, contribuire ad educare le piccole comunità e rischiare la vita, è necessario, ma rimane un gesto poco produttivo se nessuno ne parla o se si porta agli onori della cronaca solo quando la persona che tanto si è prodigata in vita, nell’indifferenza dello Stato e del paese Italia, viene all’improvviso uccisa perché scomoda! E comunque un’azione non esclude l’altra: sono convinta che sia necessario intervenire tra la gente, nelle parrocchie, nelle scuole, come operare sull’opinione pubblica dell’intero Paese… che ancora ignora quanto accade nelle varie zone d’Italia! Ignorare i problemi significa non pretendere una soluzione! E l’Italia non ha ancora capito che siamo una nazione in mano alla criminalità organizzata, sempre più collusa ed intrecciata con la politica, quella che continuiamo a sostenere,e che spesso anch’essa cerca di affossare e screditare personaggi, che denunciano, come Saviano (già accusato di dare una pessima immagine dell’Italia da Berlusconi e da altri)! Nessun paese europeo lo avrebbe permesso! Non facciamo il loro gioco! Sono un’ insegnante e mi viene facile immaginare quante persone oneste e attive contro la malavita esistano…. quello che faccio fatica ad immaginare…è a che punto la malavita abbia preso il controllo del Paese, quanto grave sia la situazione, e quanto inermi siano i nostri politici… quelli che poi vengono a chiedere il mio voto ! Lasciate che il resto d’Italia conosca quello che lo Stato permette nelle vostre terre: la presenza di “anime buone e attive” non dipende da noi altri, mentre i politici che poi governano l’Italia dipendono da noi ! Grazie SAVIANO!

    • comment-avatar
      Michele Avitabile 4 mesi

      Il malaffare prospera al riparo dell’anonimato. Non e’un caso che certi uomini politici abbiano criticato Saviano per aver fatto emergere i metodi della camorra, con la scusa di fare cattiva pubblicità all’Italia. Ognuno, nella lotta, mette le proprie armi e la propria forza; se facesse diversamente sarebbe inadeguato e addirittura dannoso. Sono sicuro che quello che sta facendo Saviano, lo stia facendo soprattutto per essere coerente con le proprie idee, e quindi per se stesso; ma sta rendendo un servigio anche a tutti noi che invece nemmeno immaginavamo quanto fosse profonda la penetrazione della camorra nella societa civile. Grazie a TUTTI quelli che hanno il coraggio di dire no alle mafie.

  • comment-avatar
    Francesco 4 mesi

    1. Saviano non è magistrato,
    2. Libri e serie TV siete liberi di vederli o no nessuno vi obbliga,
    3. Una serie TV non educa. Lo fa la famiglia la società la scuola,
    4. I problemi del nostro paese sono nel nostro finto perbenismo e nella nostra cultura finita,
    5. Vi abbraccio teneramente.

    • comment-avatar
      Pierangelo 4 mesi

      Saviano lucra come lucra la camorra lui è un parassita del sistema che racconta, voi fate finta di credere che certe cose di sono venute a sapere grazie a lui, quando il sistema lo si conosce da sempre.

      Saviano maestro ed eroe solo per te e per voi, per me sfruttatore.

  • comment-avatar
    Gianpiero 4 mesi

    ….prima di tutto dobbiamo dire a chiare lettere….SAVIANO non è il MALE!!!! Il male sono gli eserciti di corrotti la malavita organizzata il giornalismo prezzolato!!!
    Ci sono altri “SAVIANO”? Benissimo, SUPER Benissimo!!! Quanti di noi avrebbero fatto il comizio a Scampia denunciando il boss locale?? Quanti?? Vi ricordate l intervista di Biagi a SAVIANO? SAVIANO è uno scrittore,non fa ripeterlo, è chiede solo che i Bambini vadano a scuola e siano istruiti.Ripetuto anche ieri sera nel programma di Santoro.Gomorra va cancellato????Ipocrita solo pensarlo

  • comment-avatar

    Utilizziamo per l’intera nazione la denuncia e l’informazione di Saviano con il primo libro e la seguente serie Tv di Gomorra, ma adesso paradossalmente il suo lavoro aiuta e stimola alla criminalità, non soltanto a Napoli ma in tutta Italia. La gente così delusa dalla mancanza dello Stato e tradita da tutte le rappresentanze politiche, al punto da rinunciare anche al voto,trova nella Mafia un punto fermo a cui rivolgere le proprie necessità, certa del fatto che in qualche modo un pezzo di pane lì lo troverà. E credo che anche Saviano lo abbia trovato continuando così, Saviano continuando a parlare di Mafia ne sta diventando loro strumento di successo. Direi basta serie Tv che esortano le masse, ma che continui la sua opera di informazione attraverso la scrittura.

  • comment-avatar
    Daniele Coppin 4 mesi

    Va tutto ben madama la marchesa…

  • comment-avatar
    Risaria Marti 4 mesi

    Il prete faccia il prete, anche l’eroe se ne è capace, Saviano fa quello che sa fare, sono le istituzioni e lo Stato che dovrebbero agire con l’aiuto dei cittadini onesti , non Saviano.

    • comment-avatar
      Domenico Rossi 4 mesi

      Sono perfettamente d’accordo!!!

  • comment-avatar

    è vero non se ne puo piu dei suoi monologhi … basta gomorra che per altro sta rovinando ,ragazzi che non avendo interessi nella vita si attivano —per diventare i camorristi del futuro consiglio il signor saviano di mettere la faccia affianco ha chi combatte tutti igiorni

  • comment-avatar
    Cinzia forgione 4 mesi

    Vero a scampia c’è una grande società arcieristica a breve verrà mostrata a RAI 1 abbiamo una campionessa mondiale di tiro con l’arco. Sono numerosi i progetti nelle scuole a titolo gratuito offerti dagli arcieri. Ma forse la cronaca rosa non fa molto notizia.

  • comment-avatar

    Bravo Don Aniello!Ho vissuto nel rione ove hai svolto con iniziative lodevoli e con coraggio la tua opera di servitore di Dio e di contrasto all’illegalità. Parlo delle “Opere Don Guanella”. Saviano su “Gomorra” ci sta ancora marciando. Si è dato la veste concessa da editori e reti TV di un pseudo-divismo che ha ormai stancato.

    • comment-avatar
      Marzia 4 mesi

      Già nel dicembre 2016, commentando un post di Saviano , avevo espresso lo stesso identico pensiero di Don Aniello.
      Purtroppo a distanza di 2 anni io credo che Saviano abbia toccato il fondo.
      Chi vive in Campania in maniera onesta non ha bisogno di Saviano che ci racconta la realtà….la viviamo a gran fatica nel quotidiano… E chi vive in altro paese non può giudicare la nostra terra…a meno ché non viva nel paese dei balocchi.
      Purtroppo Saviano , costretto e accomodato alla sua scrivania , con tanto di protettori, ha perso il senso di cosa sia l’impegno sociale
      E cinicamente ,ormai, alimenta solo quelle menti già perverse e criminali di cui egli stesso racconta.
      E dei suoi introiti a tal riguardo….
      Ne vogliamo parlare…????

  • comment-avatar
    MariaGrazi Sommella 4 mesi

    Sono d’ accordissimo con don Aniello Manganello grande sacerdote,stimo il Giornalista Saviano ma per il suo passato da giornalista, gomorra per me va eliminato dalle tv,stimola i giovani alla violenza e alla criminalità,credo che dobbiamo inventarci qualcosa di positivo al più presto per questi giovani impazziti e violenti,prima che facciamo tutti una brutta fine, che il Signore ci assista !!!!

    • comment-avatar
      Anna 4 mesi

      E sarebbe anche ora basta con la violenza portata a domicilio !!!!

  • comment-avatar
    renato marino 4 mesi

    saviano ha saputo narrare molti aspetti del malaffare della camorra nei nostri territori, anche se parti del suo libro sono desunte, o meglio copiate dal lavoro di altri, superato questo piccolo dettaglio etico,ha ben saputo lucrare sul suo scritto con film, serie t. v., partecipazioni alle più disparate trasmissioni . questa sua abilità non mena scandalo, ma da ciò ad assurgere ad eroe nella lotta alla malavita, lascia basiti, e fa torto a quanti in questa lotta sono impegnati, forze di polizia, magistrati, insegnanti, sacerdoti. quindi rivolgo una preghiera a saviano taccia e la smetta di pontificare , non se può più delle sue menate pseudo impegnate nelle varie reti televisive.

  • comment-avatar
    Ferdinando 1 anno

    Totalmente d’accordo con Leone Fasano