recenti

Divorzio in famiglia. Meglio “Mamma o Papà?”
0

-Maurizio Di Gioia- Diventare genitori significa doversi assumere grandi responsabilità, significa mettere in secondo piano una buona parte dei propri desideri per dare la precedenza a quelli dei figli, alle loro esigenze e alle loro necessità. Significa accantonare alcune proprie passioni per mancanza di tempo, dedicato in buona parte a rendere felice la propria prole in un continuo e costante gesto d'amore. Diventare genitori significa essere baby-sitter ventiquattr'ore su ventiquattro, significa essere autista all'occorrenza, cuochi due volte al giorno, educatori sempre. Diventare genitori significa cercare nuovi stimoli per lo sviluppo sociale, caratteriale e intellettivo dei figli.

Diventare genitori significa dare vita a una famiglia che si compone di più persone dove è necessario convivere, dove la coppia di genitori deve sforzarsi di mantenere quell'armonia e quella serenità essenziale per la felicità. Non sempre questo avviene: a volte i lunghi anni di convivenza acutizzano alcune divergenze, le liti si scatenano a ogni occasione e la convivenza quotidiana si fa sempre più ardua. A un certo punto l'unica soluzione possibile è la separazione e poi il divorzio. Che però è fonte di nuovo stress: chi si prende i figli?

Se di solito i genitori lottano per accaparrarsi il diritto a crescere i figli, in “Mamma o Papà?” la situazione è esattamente all'opposto: lei vuole fare un viaggio di lavoro di sette mesi per una mansione che di fatto è una promozione, lui vuole coronare il sogno di quando era giovane andando a fare il medico in Africa per qualche mese. Ma con tre figli minorenni a carico bisogna fare delle scelte, per quanto nessuno dei due protagonisti abbia voglia di rinunciare al proprio sogno. E allora si arriva a comportamenti che vogliono spingere i ragazzi a scegliere l'altro genitore, con dispetti, dispotismi tirannici o comportamenti odiosi o vergognosi.

Chiaramente ispirato alla quasi omonima pellicola francese del 2015, il film mette in campo un'ottima Paola Cortellesi e un altrettanto valido Antonio Albanese, che danno vita a un film divertente che per quando faccia ridere e adempia al proprio dovere, sembra però mancare di una marcia in più, di quella necessaria capacità di osare che non sembra concretizzarsi neanche nelle più ghiotte occasioni. E se alcune scene diventano memorabili, il film soffre di un ricercato buonismo esagerato che, per quanto non stoni, sembra essere una zavorra al decollo di “Mamma o Papà?”.

La Warner Bros propone sul mercato dell'home video un dvd contenente un reparto audio Dolby Digital 5.1 per l'italiano e una sezione contenuti speciali contenente unicamente il trailer e il backstage.

Titolo: Mamma o papà?

Distributore: Warner Bros

Condividi:
#albanese #cortellesi #film #mamma o papà? #Warner
Attualità Cinema e homevideo Cultura e spettacoli

Commenti su Facebook

Nessun commento per “Divorzio in famiglia. Meglio “Mamma o Papà?””

Scrivi una replica

Dichiaro di aver letto ed approvato l'informativa sulla privacy.

N.B. I commenti volgari o che contengano insulti verranno automaticamente cestinati ed inseriti nello spam

Articolotre TV
L'Impronta
Associazione Nazionale di Amicizia Italia - Cuba
Gli Anelli di Saturno
Articolotre Plus - AR?
TasteTime
ArticoloTre TV

Di che cosa abbiamo parlato


Copyright © A3 Editrice srl - P.Iva 10847000014 - All Rights Reserved - Developed by Articolotre - Rel 2.31 - Accedi
Articolotre.com è una testata giornalistica registrata presso il Tribunale di Torino N.29/2011 - N° ROC 23487
Le immagini e i video utilizzati o a cui si fa riferimento in questo sito sono e rimangono dei rispettivi autori ed editori.
Note legali - Informativa privacy - Cookie