recenti

I mille volti di Massimo Bossetti, soprannominato “Il Favola”
0

-Redazione-E' un uomo dai mille volti Massimo Bossetti, il muratore di Mapello condannato in primo grado all'ergastolo per l'omicidio di Yara Gambirasio  e che ora attende il verdetto d'appello.

Il suo Dna coincide con quello trovato sugli slip e sui leggins della 13enne uccisa a Brembate il 26 novembre 2010 ma lui, identificato come Ignoto 1 e finito nell'inchiesta quattro anni dopo il delitto, si è sempre dichiarato innocente.

Padre di tre figli, Bossetti si definisce un uomo normale con una vita ripetitiva, tutto lavoro e famiglia.

Così lo descrivevano, all'indomani del fermo per il delitto, anche i i vicini di casa: ''Un bravo ragazzo, un muratore che conduceva una vita tranquilla''. I colleghi invece ricordavano la sua spudorata inclinazione a mentire e quel nomignolo, il 'Favola', che gli aveva dato proprio in virtù della sua propensione a dire bugie.

E' stato nel corso delle indagini che il muratore ha appreso, sulla base del Dna, di non essere figlio di Giuseppe Bossetti, come aveva sempre creduto, ma dell'autista Giuseppe Guerinoni morto nel 1999, scoprendo così un segreto rimasto tale per 44 anni.

In carcere è finito al centro di un caso per le lettere 'hot' scambiate con un'altra detenuta, Gina. "Una corrispondenza tra due persone adulte che non si sono mai viste fra loro", ha precisato la difesa del muratore.

Bossetti è stato visto piangere durante il processo di primo grado quando si parlava dei suoi affetti. "Amore mio perdonami se ti sto facendo tribolare", scriveva alla moglie Marita Comi, che crede nella sua innocenza, in una lunga lettera dal carcere in cui raccontava di essere giudicato in prigione come un "ammazza-bambini".

"Eravamo proprio una bella famiglia, una famiglia unita e ora ce l'hanno rovinata", scriveva ancora alla moglie.

Un ritratto però che poco combacia con il profilo di feroce assassino dall'"animo malvagio" tracciato dai giudici di Bergamo nelle motivazioni della condanna all'ergastolo.

 Una condanna che ora Bossetti rischia di veder confermata dai giudici della Corte d'assise d'appello di Brescia.

17 luglio 2017

 

Condividi:
#il favola #massimo bossetti #omicidio #uara gambirasio
Cronaca Cronaca nazionale

Commenti su Facebook

Nessun commento per “I mille volti di Massimo Bossetti, soprannominato “Il Favola””

Scrivi una replica

Dichiaro di aver letto ed approvato l'informativa sulla privacy.

N.B. I commenti volgari o che contengano insulti verranno automaticamente cestinati ed inseriti nello spam

Articolotre TV
TasteTime
Gli Anelli di Saturno
L'Impronta
Associazione Nazionale di Amicizia Italia - Cuba
Articolotre Plus - AR?
ArticoloTre TV

Di che cosa abbiamo parlato


Copyright © A3 Editrice srl - P.Iva 10847000014 - All Rights Reserved - Developed by Articolotre - Rel 2.31 - Accedi
Articolotre.com è una testata giornalistica registrata presso il Tribunale di Torino N.29/2011 - N° ROC 23487
Le immagini e i video utilizzati o a cui si fa riferimento in questo sito sono e rimangono dei rispettivi autori ed editori.
Note legali - Informativa privacy - Cookie