Clicky

COMMENTS

Wordpress (8)
  • comment-avatar
    Renato Giansante 9 mesi

    Si , ho girato molto L’ITALIA avedo fatto di mestiere l ‘autotrasportatore. In maniera particolare dalle marche e x tutto l’ estremo sud ,la maggioranza delle costruzioni risalgono a molti anni fa senza parlare della qualità. Sono state costruite dai nonni o genitori sicuramente con tanti sacrifici, ma ora abitate dai figli ecc , questi anziche provvedere a rinnovate e mettere in sicurezza la casa , aspettano che questa cade terremoto o altro, poi si pretende che lo stato gli rifanno la casa nuova, magari possiedono macchine che costano x metà casa( lo stato siamo noi tutti), quindi le case se lo deve fare lo stato deve farlo x tutti, come certe nazioni , oppure ogniuno si dovrebbe arranciare da soli. I politici dovrebbero , anziche pensare alle ruberie, andare a studiare in germania o in svizzera. Visto che l Italia è molto a rischio terremoti, io incaricherei una fabbrica a costruire casette in legno e immagazzinarle , nel mometo in cui purtroppo arriva il terremoto, con pochissimi giorni si distribuiscono casette .

    • comment-avatar
      Crocco 9 mesi

      Come autotrasportatore immagino che sei geologo e architetto.

      • comment-avatar
        Ulrike 9 mesi

        La stessa domanda come a Guido: perché il camionista ha torto?

      • comment-avatar
        Maurizio 9 mesi

        Mi sembra una risposta che ridonda di saccenteria. … e non sono camionista!

    • comment-avatar
      Guido 9 mesi

      Torna a guidare i camion

    • comment-avatar
      Vincenzo 9 mesi

      Invece di avventurarsi in disamine tanto complesse, sotto i profili tecnico, scientifico e socio-politico, faccia una cosa più semplice e “produttiva”: nei tempi di riposo dalla guida, si ripassi la grammatica e l’ortografia.

      • comment-avatar
        Federica 9 mesi

        Siete solo offensivi nei confronti di Renato, una persona che molto correttamente ha premesso che era un camionista e che quindi le sue osservazioni e considerazioni venivano da una visione di passaggio, protratta nel tempo, del territorio.