Valtellina, enorme frana travolge baite in Val Bregaglia

Valtellina, enorme frana travolge baite in Val Bregaglia

– Redazione – La gigantesca frana si è verificata in Val Bregaglia, al confine tra Svizzera e Italia travolgendo le baite in località Bondo, Spino e con esse anche un ponte. Sono già 100 le persone sfollate. Sembrerebbe che dal versante nord della montagna, Pizzo Cengalo, si siano staccate delle rocce che hanno dato origine a una colata detritica nella sottostante Val Bondasca, come riferisce la polizia cantonale; la frana è quindi arrivata vicino al villaggio di Bondo, dove tutti gli stabili sono stati evacuati da vigili del fuoco, dipendenti comunali e forze dell’ordine. Con la frana di oggi sarebbero scesi a valle 4 milioni di metri cubi di detriti.

[embedyt] https://www.youtube.com/watch?v=AN-WVBtXtIk[/embedyt]

Secondo quando si apprende dalle prime informazioni, fortunatamente, non ci sarebbero feriti, ma comunque è stato necessario disporre l’evacuazione per ragioni di sicurezza. Due stalle sono state travolte e distrutte dalla colata detritica; intanto la strada “Stampa-promontogno” in Val Bregaglia è chiusa dalle 11,00 di questa mattina, . L’interruzione è causata da uno smottamento preoccupante del monte Cengalo che non è nuova a movimenti franosi. L’area, nella quale dal 24 giugno è stata registrata una trentina di piccoli crolli, è tenuta sotto controllo da un sistema di allarme detriti (installato dopo la frana del 2012), che attiva i semafori e blocca le strade quando le rocce si staccano, prima che i detriti arrivino a valle. “Si sapeva che una nuova frana fosse possibile ma non ci si aspettava tutto questo materiale detritico” ha evidenziato il sindaco di Bregaglia, Anna Giacometti.

23/08/2017

CATEGORIES
TAGS
Share This

COMMENTS

Wordpress (0)