Clicky

Il pm Ilario Martella: “Il dossier Fittipaldi è un falso, Emanuela Orlandi fu rapita dalla Stasi”

Il pm Ilario Martella: “Il dossier Fittipaldi è un falso, Emanuela Orlandi fu rapita dalla Stasi”

-Redazione- Il giudice istruttore Ilario Martella, lo stesso che indagò sull’attentato a Giovanni Paolo II del 13 maggio 1981, attribuisce ai servizi segreti del blocco comunista la documentazione “prodotta” sul caso di Emanuela Orlandi contenuta ne libro in uscita domani firmato da Emiliano Fittipaldi e le cui anticipazione sono state diffuse nei giorni scorsi.

“Non può non riconoscersi – scrive Martella in una lettera al quotidiano cattolico Avvenire – che la ingegnosa raffinatezza spionistica e criminale della Stasi“.

 Secondo Martella, “ciò che duole profondamente è che per ragion di Stato siano state sacrificate due giovani vite”. Il magistrato resta infatti convinto che con Emanuela Orlandi fu rapita dalla stessa “banda” anche l’altra ragazza romana scomparsa in quei giorni, Mirella Gregori.

Nella lunga lettera scritta per denunciare il vecchio “piani di distrazione di massa” Martella incrocia alcuni dati, a partire dall’arresto il 25 novembre 1982 del bulgaro Antonov, a seguito del quale “le massime autorità bulgare e tedescoorientali intensificavano il loro rapporto di collaborazione al fine di contrastare con ogni mezzo il coinvolgimento della Bulgaria nell’attentato contro il Papa.

“In tale contesto temporale si verificavano – sottolinea Martella – il 7 maggio la scomparsa di Mirella Gregori e il 22 giugno quella di Emanuela Orlandi. L’insistito leit motiv di chi muove le fila di questo spettacolo di burattini è quello di indurre con qualsiasi mezzo comunicativo che il destino sia di Emanuela che di Mirella siano in stretta dipendenza con la remissione in libertà di Agca”..

21 settembre 2017

 

CATEGORIES
TAGS
Share This

COMMENTS

Wordpress (0)