recenti

Catalogna. Presidente Puigdemont sospende dichiarazione indipendenza
0

-Redazione – Niente indipendenza, per ora, per la Catalogna. Sospeso dunque il voto del referendum contestato e su cui è calata la mano forte del governo centrale di Madrid. “In questo momento serve a ridurre la tensione”. Ha spiegato così la decisione il presidente catalano Carles Puigdemont nel suo intervento al Parlamento di Barcellona. “Sono qui dopo il risultato del referendum del primo ottobre per spiegare le conseguenze politiche che ne derivano. La Catalogna è un affare europeo. È un momento critico e serio e dobbiamo prenderci le nostre responsabilità per eliminare la tensione e non incrementarla”, ha aggiunto. 

Quello che sta facendo il “governo della Catalogna – spiega ancora il presidente catalano -  è un gesto di responsabilità e generosità: se nei prossimi giorni tutto il mondo agirà con la stessa responsabilità, tutto si potrà svolgere con calma e nel rispetto dei cittadini”. Resta però lo scontro con il governo di Madrid. Il governo di Rajoy considera le parole di Puidgemont “una dichiarazione di indipendenza” e prepara una risposta, secondo quanto scrive El Pais.

“Abbiamo visto una situazione estrema, è la prima volta nella storia della democrazia europea che una giornata elettorale” si snoda "tra le violenze della polizia”, ha detto Puigdemont aggiungendo: “Non siamo delinquenti, non siamo pazzi, non siamo golpisti, siamo gente normale che chiede di poter votare”.

“La Catalogna è stata umiliata quando ha tentato di modificare il suo statuto rispettando la Costituzione”, ha affermato Puigdemont, ricordando il testo di modifica dello statuto “tagliato” e “modificato” per due volte, tanto da diventare “irriconoscibile”. Il risultato è stata “un'umiliazione”.

Al Presidente catalano ha replicato Inés Arrimadas, la leader dell'opposizione nel Parlamento catalano: “È la cronaca di un golpe annunciato, voi siete i peggiori nazionalisti d'Europa. Non avete alcun sostegno: signor Puigdemont, lei è solo”.

Puigdemont aveva rinviato di un'ora il proprio discorso davanti al Parlamento perché in contatto con mediatori internazionali. 

Intanto a Barcellona si respira aria di tensione. Misure di sicurezza rafforzate sono state prese dalla polizia catalana attorno alla sede del parlamento, dove migliaia di persone hanno ascoltato il discorso del presidente. Il premier Mariano Rajoy aveva annunciato una reazione forte dello Stato se Puigdemont avesse dichiarato l'indipendenza.

“Impediremo che la Catalogna si separi” aveva chiarito il premier. Madrid poteva anche applicare l'art. 155 della Costituzione che consente di sospendere l'autonomia catalana e il suo presidente, sciogliere il parlamento di Barcellona e convocare elezioni anticipate. Il vicesegretario del Pp di Rajoy, Pablo Casado, aveva anche avvertito Puigdemont che avrebbe rischiato la prigione per “ribellione” come il suo predecessore Lluis Companys che nel 1934 proclamò una effimera “repubblica catalana”. Dopo 11 ore intervenne l'esercito spagnolo, Companys venne arrestato, processato e condannato a 30 anni. Nel 1940 fu fucilato dai franchisti. 

Sulla vicenda spagnola interviene anche il Fmi, preoccupato: '”Crea incertezza”, ha affermato il capo economista del Fmi, Maurice Obstfeld. Fra i rischi c'è quello di un contagio del Portogallo, che si trova ancora ad affrontare molte sfide quali il debito alto, ma anche altri paesi.

10 ottobre 2017

Condividi:
#Casado #catalogna #Companys #FMI #franchisti #governo #indipendenza #Inès Arrimadas #madrid #Puigdemont #Rajoy #referendum
Attualità Esteri Politica estera

Commenti su Facebook

Nessun commento per “Catalogna. Presidente Puigdemont sospende dichiarazione indipendenza”

Scrivi una replica

Dichiaro di aver letto ed approvato l'informativa sulla privacy.

N.B. I commenti volgari o che contengano insulti verranno automaticamente cestinati ed inseriti nello spam

Gli Anelli di Saturno
Associazione Nazionale di Amicizia Italia - Cuba
Articolotre TV
Articolotre Plus - AR?
TasteTime
L'Impronta
ArticoloTre TV

Di che cosa abbiamo parlato


Copyright © A3 Editrice srl - P.Iva 10847000014 - All Rights Reserved - Developed by Articolotre - Rel 2.31 - Accedi
Articolotre.com è una testata giornalistica registrata presso il Tribunale di Torino N.29/2011 - N° ROC 23487
Le immagini e i video utilizzati o a cui si fa riferimento in questo sito sono e rimangono dei rispettivi autori ed editori.
Note legali - Informativa privacy - Cookie