recenti

Alimentazione. Coldiretti: “Attenzione a cibi degli Usa e Cina contaminati”
0

-Redazione – La salute dipende da quello che mangiamo. A volte però nel cibo si annida il peggior nemico per la nostra salute. Non tutto quello che mandiamo giù infatti è un toccasana. Tant'è che esiste perfino una “black list” nella quale sono inseriti i cibi che a causa delle contaminazioni rappresentano un serio rischio. Il pesce spada e il tonno dalla Spagna inquinato da metalli pesanti, ad esempio, o gli integratori e i cibi dietetici con ingredienti non autorizzati dagli Stati Uniti e ancora le arachidi dalla Cina contaminate da aflatossine cancerogene sono tra quelli che si trovano in cima alla 'black list' dei prodotti alimentari più pericolosi per la salute. È quanto emerge dal dossier Coldiretti '”La classifica dei cibi più pericolosi” presentato al Forum dell'Agricoltura e dell'alimentazione di Cernobbio, sulla base delle rilevazioni dell'ultimo rapporto Sistema di allerta rapido europeo.

Secondo la ricerca di Coldiretti sono 2.925 gli allarmi scattati nell'Unione europea, con la Turchia che è il paese che ha ricevuto il maggior numero di notifiche per prodotti non conformi (276), seguita da Cina (256), India (194), Stati Uniti (176) e Spagna (171). Nel 2016 sono stati importati dalla Spagna in Italia 167 milioni di chili di pesce, in aumento del 5% nel primo semestre del 2017, mentre sono quasi 2 milioni i chili di pistacchi arrivati dalla Turchia che ha esportato in Italia anche quasi 3 milioni di fichi secchi e 25,6 milioni di chili di nocciole che rientrano nella lista nera per elevata rischiosità.

L’Italia rimane un Paese sicuro. L'agricoltura italiana, continua la Coldiretti, è infatti la più green d'Europa con 292 prodotti a denominazione di origine (Dop/Igp), con il divieto all'utilizzo degli Ogm e il maggior numero di aziende biologiche. A questo si aggiunge anche il fatto che è al vertice della sicurezza alimentare mondiale con il minor numero di prodotti agroalimentari con residui chimici irregolari (0,5%), quota inferiore di 3,2 volte alla media Ue (1,7%) e ben 12 volte a quella dei Paesi terzi (5,6%).

21 ottobre 2017

Condividi:
#black list #cancerogeno #cibo #coldiretti #contaminazioni #inquinanti #ogm
Attualità

Commenti su Facebook

Nessun commento per “Alimentazione. Coldiretti: “Attenzione a cibi degli Usa e Cina contaminati””

Scrivi una replica

Dichiaro di aver letto ed approvato l'informativa sulla privacy.

N.B. I commenti volgari o che contengano insulti verranno automaticamente cestinati ed inseriti nello spam

Articolotre TV
Articolotre Plus - AR?
L'Impronta
Associazione Nazionale di Amicizia Italia - Cuba
TasteTime
Gli Anelli di Saturno
ArticoloTre TV

Di che cosa abbiamo parlato


Copyright © A3 Editrice srl - P.Iva 10847000014 - All Rights Reserved - Developed by Articolotre - Rel 2.31 - Accedi
Articolotre.com è una testata giornalistica registrata presso il Tribunale di Torino N.29/2011 - N° ROC 23487
Le immagini e i video utilizzati o a cui si fa riferimento in questo sito sono e rimangono dei rispettivi autori ed editori.
Note legali - Informativa privacy - Cookie