recenti

Icone della fiaba a Milano
0

80 anni di principesse Disney al WOW

-Elena Romanello –Dal 14 ottobre al 25 febbraio il WOW, Museo del fumetto, di Milano in viale Campania 12 presenta la mostra Sogno e avventura: 80 anni di principesse nell'animazione Disney, partendo da Biancaneve che compie ottant’anni proprio quest’anno per arrivare alle protagoniste dei film più recenti come Frozen e Oceania.

Biancaneve e i sette nani sancì il passaggio di Disney dai cortometraggi ai lungometraggi animati, con una storia tratta dalla fiaba classica e non certo rassicurante dei fratelli Grimm, che fu resa con una perfetta commistione tra umorismo, musica, romanticismo, avventura e perfino un pizzico di paura. Le fiabe classiche con le principesse tornarono poi varie volte, con Cenerentola nel 1950, con la rivoluzionaria dal punto di vista grafico La Bella addormentata nel bosco del 1959, basata come immagini sui codici miniati medievali, per poi arrivare alle protagoniste degli anni Novanta, da La Sirenetta a La Bella e la Bestia fino agli ultimi successi in animazione computerizzata, Brave, Frozen e Oceania.

La mostra è organizzata in modo da piacere e interessare sia il pubblico più giovane che quello più adulto, del resto i film Disney interessano a più generazioni. Ad ogni principessa vengono dedicati pannelli esplicativi con cui si spiega l’origine della fiaba e le varie interpretazioni grafiche che ne sono state date, con i volumi provenienti dall’archivio della fondazione Fossati, tra cui spiccano l’edizione delle fiabe di Perrault illustrata da Gustave Doré e un’edizione di Aladino con i disegni di Albert Robida, autore di protofantascienza.

Trovano spazio anche gli sviluppi sulle tecniche di animazione, dal rotoscopio usato per Biancaneve ai primi passi di animazione computerizzata de La Bella e la bestia, fino agli ultimi titoli realizzati in digitale, con scene particolarmente riuscite come la trasformazione di Elsa in regina del ghiaccio sulle note di Let it go.

La mostra parla di tutte le principesse, ma la parte del leone la fa Biancaneve, che appunto festeggia il suo ottantesimo compleanno con una vasta esposizione di materiale, come disegni originali, il raro manifesto cinematografico della prima uscita in Italia nel 1938, le tavole dei seguiti di Biancaneve realizzati da Romano Scarpa negli anni Cinquanta per Topolino, le edizioni audiovisive delle varie epoche tra vhs, dvd, blu ray, ma anche Super 8 e versioni su disco, i libri illustrati.

Ogni principessa è simboleggiata da un oggetto iconico e una gigantografia e in mostra si parla anche degli amici delle principesse, come i topini di Cenerentola, la tigre di Jasmine, il draghetto di Mulan, ma anche dei loro nemici, come Grimilde, Malefica, Gaston, Jafar, Ursula, nonché dei principi, non sempre principi di fatto, basti pensare ad Aladdin e allo scapestrato Flynn Ryder di Rapunzel.

Non mancano poi i giocattoli e i gadget, d’epoca e moderni, come giochi in scatole, costruzioni in lego, bambole da collezione. La mostra è affiancata da incontri, proiezioni, laboratori didattici ed eventi.

Gli orari di apertura della mostra sono dal martedì al venerdì dalle 15 alle 19, sabato e domenica dalle 15 alle 20, il biglietto costa cinque euro intero e tre euro ridotto.

12 ottobre 2017

 

 

Condividi:
#-40% disponibilità idrica #fiaba #icone #milano #principesse
Cultura e spettacoli

Commenti su Facebook

Nessun commento per “Icone della fiaba a Milano”

Scrivi una replica

Dichiaro di aver letto ed approvato l'informativa sulla privacy.

N.B. I commenti volgari o che contengano insulti verranno automaticamente cestinati ed inseriti nello spam

TasteTime
L'Impronta
Articolotre TV
Articolotre Plus - AR?
Associazione Nazionale di Amicizia Italia - Cuba
Gli Anelli di Saturno
ArticoloTre TV

Di che cosa abbiamo parlato


Copyright © A3 Editrice srl - P.Iva 10847000014 - All Rights Reserved - Developed by Articolotre - Rel 2.31 - Accedi
Articolotre.com è una testata giornalistica registrata presso il Tribunale di Torino N.29/2011 - N° ROC 23487
Le immagini e i video utilizzati o a cui si fa riferimento in questo sito sono e rimangono dei rispettivi autori ed editori.
Note legali - Informativa privacy - Cookie