L’intelligenza artificiale per prevenire i suicidi. L’ultima trovata di Facebook

L’intelligenza artificiale per prevenire i suicidi. L’ultima trovata di Facebook

-Redazione – Analizzare i post di Facebook per prevenire i suicidi. Punta su questo il social più famoso. La compagnia di Zuckerberg starebbe utilizzando infatti l’intelligenza artificiale per cercare di prevenire i suicidi. L’idea è appunto quella di monitorare quello che si scrive, cercando di individuare per tempo chi vuole farla finita. I contenuti segnalati dal “cervello digitale” passano al vaglio di esaminatori reali, così da intervenire in modo tempestivo con il primo soccorso in caso di necessità.

L’approccio di Facebook prende in esame non solo i post degli utenti, ma anche come vengono commentati dai loro amici (ad esempio “stai bene?”, “posso aiutarti?”), oltre alle segnalazioni che tutte le persone possono fare se si imbattono in contenuti allarmanti sul social.

L’uso dell’intelligenza artificiale è già stato testato negli Usa, dove nell’ultimo mese Facebook ha lavorato con le autorità competenti su un centinaio di casi, fa sapere il social network attraverso una nota. Il passo successivo è estendere questi strumenti a livello globale, ad eccezione dell’Unione europea. Qui la società sta dialogando con i regolatori per introdurre il nuovo sistema, facendo sì che sia in accordo con le regole Ue su internet e la privacy.

Il suicidio è una delle prime cause di morte tra i giovani, e questo è un nuovo approccio alla prevenzione”, ha scritto il Ceo di Facebook, Mark Zuckerberg. L’obiettivo, ha rimarcato, “è far avere velocemente, alle persone che esprimono pensieri sul suicidio, il sostegno di cui hanno bisogno”.

28 novembre 2017

CATEGORIES
TAGS
Share This

COMMENTS

Wordpress (0)