Clicky

La mafia non è metereopatica e non uccide solo d’estate

La mafia non è metereopatica e non uccide solo d’estate

-R.C.- La mafia uccide solo d’estate, il film di Pif, un titolo che suona evocativo.

Un film gradevole, che tratta un tema drammatico e lo fa quasi con leggerezza, anche se con puntuali e condivisibili riflessioni, evidenziando la miseria umana di Cosa Nostra.

E’ il titolo però, è  insieme sorridente e balordo, ad urtare, quasi l’intenzione fosse depotenziare un veleno così tremendo.

No, la mafia non è metereopatica e non uccide solo d’estate.

Graziella Campagna, ragazzina di diciassette anni, venne ammazzata a dicembre, così come il sindaco di Palermo dalla schiena dritta, Giuseppe Insalaco.

Piersanti Mattarella, presidente della Regione Sicilia e fratello dell’attuale Capo dello Stato, fu trucidato a gennaio, esattamente come Pippo Fava, giornalista scomodo.

E sempre a gennaio, Giovanni Brusca e i suoi sgherri mafiosi, sciolsero nell’acido Giuseppe Di Matteo, un bambino di dodici anni.

Non si deve giocare quando si narra l’inferno, ne si può sorridere di fronte alle tragedie.

CATEGORIES
TAGS
Share This

COMMENTS

Wordpress (0)