Clicky

Luoghi di Libri: la lettura come forma di viaggio

Luoghi di Libri: la lettura come forma di viaggio

-Andrea Ballocca– Chi, amante della letteratura, trovandosi sulla sponda del lago a Lecco non penserebbe al manzoniano “…ramo del lago di Como, che volge a mezzogiorno, tra due catene non interrotte di monti, tutto a seni e a golfi…”.

Oppure, passeggiando nel cuore di Central Park, non sarebbe colto da dejavù del giovane Holden…

Se è vero che molti luoghi sono e sono stati fonte di ispirazione dei più grandi classici letterari, allora è naturale che attraversarli non possa che riportarne alla memoria le vicissitudini ed i personaggi. Una sorta di tour virtuale dove libri e viaggi si fondono insieme per dar vita ad un vero e proprio turismo letterario.

Viaggiare nei luoghi dei libri e scoprire i libri attraverso i luoghi.

E proprio Luoghi di Libri (www.luoghidilibri.it) è il neonato sito web che, attraverso la “geolocalizzazione” delle citazioni contenute nei testi fornisce quelle che potrebbero essere definite vere e proprie “mappe letterarie” attraverso le quali orientarsi tra i grandi classici e le opere più moderne.

Oltre 500 titoli e quasi tremila citazioni caricate finora. Ma è appena l’inizio. L’idea è quella di creare una comunità alla quale chiunque possa contribuire attraverso l’inserimento di luoghi non ancora censiti.

E proprio sul sistema della rete e della comunità fanno affidamento Andrea, Francesco e Simona, creatori del servizio, che si dicono “Convinti della positività e della potenzialità della parte sana della rete. Sostenitori della lettura come forma di viaggio. Consapevoli che viaggiare sia il miglior modo per ridurre le distanze. E che provarci insieme, provarci in tanti, si può.”

E, per invogliare il pubblico a contribuire, stilano una classifica dei geo-contributori e trimestralmente premiano il vincitore con un e-book.

Si va dal Vangelo a Ken Follett; qualunque testo pubblicato abbia un’ambientazione reale può entrare nel patrimonio geo-letterario.

Così scopriamo, volendo per esempio cercare libri ambientati a Torino, che attualmente possiamo scegliere tra circa trecento citazioni di oltre settanta titoli differenti. Oppure, allo stesso modo, possiamo navigare attraverso Paesi e Continenti sulle orme dei romanzi thriller di Dan Brown.

E per ogni libro è disponibile la scheda descrittiva ed il link diretto ai canali di acquisto online sulle principali piattaforme.

E poi gli itinerari. Ripercorrere le tribolate strade di Kerouac, affrontare le tappe del Giro del Mondo in 80 giorni o lasciarsi guidare, in sella alla Poderosa, per migliaia di chilometri lungo le sgangherate strade del Sudamerica insieme ad un giovanissimo ed intraprendente Ernesto Guevara.

Un sito web per i lettori curiosi, senza dubbio; ma che ammicca alle piccole case editrici – che vi possono promuovere i propri prodotti -, alle librerie come supporto per orientare le scelte di clientele esigenti e, perché no, alle agenzie di turismo verso la frontiera dei viaggi letterari.

D’altronde Marguerite Yourcenar, in Memorie di Adriano sosteneva che “Fondare biblioteche è come costruire ancora granai pubblici, ammassare riserve contro un inverno dello spirito che da molti indizi, mio malgrado, vedo venire”.

E Luoghi di Libri, in questo senso, non è altro che una nuova geo-biblioteca in cui ammassare riserve.

 

 

CATEGORIES
TAGS
Share This

COMMENTS

Wordpress (0)