Clicky

Processo Trattativa. La Corte si ritira in Camera di Consiglio

Processo Trattativa. La Corte si ritira in Camera di Consiglio

Redazione– “Esaurita la discussione possiamo dichiarare chiuso il dibattimento e la Corte si ritira in Camera di consiglio”.

Il presidente della Corte d’Assise, Alfredo Montalto, ha concluso così l’ultima udienza del processo trattativa Stato-mafia che si è tenuta presso l’aula bunker del Pagliarelli. Il penultimo atto, in un’aula improvvisamente tornata ed essere affollata di giornalisti italiani e stranieri, prima della sentenza che presumibilmente verrà emessa in questa settimana.

A giudizio ci sono uomini delle istituzioni e boss di Cosa nostra accusati dalla procura di Palermo di aver intrattenuto un dialogo segreto durante la stagione delle bombe mafiose del 1992-1993. Prima della conclusione del dibattimento il pm Vittorio Teresi, presente in aula assieme al collega Roberto Tartaglia, ha preso la parola, non per le repliche ma per una breve dichiarazione:

“Dopo difficili consultazioni abbiamo ritenuto non opportuno fare repliche. La corte può contare su un’ampia panoramica e può valutare che l’ipotesi dell’accusa è provata e non scalfita dalle argomentazioni delle difese”. In particolare il magistrato ha bacchettato “le espressioni estreme e inopportunamente polemiche di alcuni legali che hanno travalicato la dialettica processuale che invece non dovrebbe mai trascendere. Questa dialettica non ci appartiene, la respingiamo e la rimettiamo al mittente”.

 

CATEGORIES
TAGS
Share This

COMMENTS

Wordpress (0)