Clicky

L’Union Valdotaine è ancora Augusto Rollandin

L’Union Valdotaine è ancora Augusto Rollandin

-R.C.- I valdostani hanno scelto una verde Valle, Verda Vallaye brano della tradizione popolare composto dal canonico Jean Domaine, così titolano i media commentando l’exploit della Lega alle Regionali valdostane.

Per lo storico partito autonomista, l’Union Valdotaine, si è trattato di una Caporetto annunciata: dal 33% del 2013 al 19% attuale , persi 6 consiglieri su 13.

L’Union è ancora il partito di maggioranza relativa, ma la sensazione che abbia gettato alle ortiche un’occasione imperdibile è palpabile, il tanto sbandierato cambiamento è rimasto mera intenzione. Sei dei sette consiglieri eletti rinnovano il mandato, l’elettorato unionista ha preferito puntare sull’usato sicuro, al di là delle vicende giudiziarie in corso.

“Ai valdostani interessa l’autonomia non l’onestàera emerso in una riunione pentastellata e sembra che i fatti supportino una tesi quasi offensiva per la società civile della Valle.

Un Mouvement comunque, sempre più autoreferenziale e arroccato su una torre oramai inaccessibile ai più, con la sua punta di diamante, Augusto Rollandin capace, da indiscutibile animale politico qual’è, di gestire questa tornata elettorale pro bono suo, grazie a candidature usa e getta che gli hanno valso valanghe di preferenze.

L’Union è ancora Augusto Rollandin nonostante qualche suo fedelissimo cominci a prenderne le distanze.

Con un presidente, Ennio Pastoret, che invece di rassegnare doverose dimissioni per manifesta incapacità, pietisce a destra e a manca improbabili alleanze con chicchessia.

Sì, l’impressione è proprio che l’Union Valdotaine abbia perso un’occasione d’oro al di là delle dichiarazioni di facciata che parlano di preoccupazione, di analisi approfondita e di ricostruzione.

Ma queste elezioni hanno dato un qualche segnale positivo: un Mouv sempre meno caveriano grazie ai Cognetta e ai Ferrero e l’ingresso in Consiglio di ragazzi di grande qualità come quelli di Impegno Civico.

 

 

 

CATEGORIES
TAGS
Share This

COMMENTS

Wordpress (0)