Clicky

Fattura elettronica PA, una semplificazione che piace a tutti

Fattura elettronica PA, una semplificazione che piace a tutti

Ormai da alcuni anni nel nostro Paese la fatturazione verso enti pubblici può avvenire, per legge, solo in modo elettronico. La fattura elettronica PA ti consente di ridurre i tempi per ottenere il pagamento, oltre a garantire una serie di altre interessanti facilitazioni. La prima riguarda la necessità, richiesta dalle vigenti leggi, di conservare tali documenti per un periodo di tempo decisamente lungo.
 
 
I vantaggi della fattura elettronica PA
L’introduzione della fatturazione elettronica permetterà agli addetti degli uffici di ragioneria di migliorare in modo enorme la loro giornata lavorativa. Per ora tale tipo di fatturazione è richiesto per legge solo per quanto riguarda i rapporti con la Pubblica amministrazione, ma nel corso degli anni tale metodologia sarà allargata anche alla fatturazione tra privati cittadini. Questo metodo ha dei vantaggi innegabili, il primo riguarda la conservazione delle fatture, che in versione elettronica avviene in maniera automatica, mentre per la versione cartacea si traduce nella produzione di enormi faldoni, che devono poi essere conservati per 10 anni, secondo quanto richiesto dalla legge. Senza tutto questo vedremo numerosi uffici ritrovare spazio, oltre ad evitare incredibili sprechi di carta. Le fatture elettroniche PA sono poi più facili da inviare al destinatario, in quanto un pratico sistema di interscambio consente di tracciare l’avvenuto passaggio al cliente, con conseguenze importanti sui tempi di pagamento: mai più fatture disperse a causa dell’invio postale, o difficoltà nel dimostrare che il cliente abbia effettivamente preso visione del documento.
 
 
Velocizzare la compilazione delle fatture
Altro importante vantaggio riguarda la compilazione delle fatture. Con questo metodo digitale infatti si utilizza un software di compilazione pratico e veloce. Consente di evitare gli errori, in quanto è possibile creare un database dei clienti, in modo da sfruttare un servizio di auto compilazione di buona parte delle voci del documento. L’uso del sistema di interscambio consente inoltre di ottenere una maggiore sicurezza dei dati sensibili, presenti sul documento fattura.
 
 
Risparmio economico
La fattura elettronica PA consente anche di ottenere un elevato risparmio a livello economico. Prima di tutto per gli elementi dichiarati prima: meno spazio sprecato per conservare la versione cartacea delle bollette, meno tempo impiegato nella compilazione, errori e ritardi cancellati totalmente alla base. Inoltre lo Stato prevede riduzioni fiscali a chi utilizza questo tipo di metodo per la fatturazione. I controlli fiscali sono ampiamente velocizzati e semplificati, cosa che giova anche all’azienda o al professionista sottoposto a verifica.
 
 
I tempi
Ad oggi la fatturazione elettronica è obbligatoria solo nei rapporti con la Pubblica amministrazione. Entro il 1° luglio 2018, quindi a breve, questo metodo di fatturazione sarà obbligatorio anche per le cessioni di carburanti e nelle prestazioni dei subappaltatori in ambito pubblico. Dal 1° gennaio 2019 invece si utilizzerà anche per gli scambi tra imprese e consumatori finali. Possono evitare questo metodo di fatturazione tutti coloro che sono sottoposti al regime dei minimi o a regimi assimilati, in quanto la loro attività viene ad oggi gestita in modo diverso rispetto quanto avviene per altre aziende.
CATEGORIES
TAGS
Share This

COMMENTS

Wordpress (0)