Clicky

Il diritto di non tollerare gli intolleranti

-R.C.- Non cominciarono con le camere a gas e i forni crematori, quelli furono una ineluttabile conseguenza, la “soluzione finale”.

Karl Popper sosteneva “La tolleranza illimitata porta alla scomparsa della stessa  tolleranza. Dobbiamo proclamare il diritto di sopprimere le filosofie intolleranti. Dovremo quindi proclamare il diritto, in nome della tolleranza, di non tollerare gli intolleranti”.

In una democrazia adulta è giusto ritenere che si debba interpretare nella maniera più ampia e incondizionata la libertà di pensiero e di parola. Una società  democratica, matura, deve avere la forza di accettare critiche e contestazioni e la lotta politica non può, né deve, essere sottoposta a censure preventive e interdizioni morali.

Ma sovente, la lotta politica viene strumentalizzata, manipolata, usata come strumento, se non come arma impropria. Ed è esattamente a ciò cui stiamo assistendo, una becera, pericolosa istigazione all’odio etnico-razziale, che vìola, offende i valori propri della democrazia.

Una politica che oltraggia il principio di non discriminazione, la dignità umana e la dignità è l’unico limite che può essere posto alla libertà di pensiero e di parola, oltre il quale si scade in una procedura di discriminazione della persona e della sua identità.

Qualsiasi mandato, politico, parlamentare, istituzionale che sia, pur nel suo più ampio e pieno esercizio, non può superare il limite dell’oltraggio alla dignità dell’uomo, inteso come inaccettabile prevaricazione e umiliazione dell’altro.

Ma qui ci troviamo di fronte ad un grande inganno.

Convincere le persone che i problemi si risolvano respingendo gli ultimi della Terra.

Il grande inganno è far credere che il male dell’Italia siano i migranti, i rom, i nomadi e non la corruzione, le mafie, la disoccupazione, l’evasione fiscale e i diritti negati.

E’ propaganda facile e bastarda, a costo zero, aizzare gli animi contro i disperati, i reietti, contro un’invasione che non esiste.

Un grande inganno studiato a tavolino da politici o presunti tali, senza scrupoli, supportati da un popolo di ignoranti.

 

 

 

 

 

CATEGORIES
TAGS
Share This

COMMENTS

Wordpress (1)
  • comment-avatar
    Isabella 4 settimane

    Rispondiamo con la tolleranza, la profondita’ di analisi, con il pensiero co plesso a chi pensa di rappresentare la voce della ragione e invece incarna il pregiudizio e la superficialita’